Aprire una clinica dentale.

by on 04/06/16 at 1:51 pm

Cliniche dentali low cost. Un boom di aperture.

Negli ultimi anni si è assistito ad un vero e proprio boom di aperture di centri per la cura dei denti che si sono andati a sommare ai precedenti studi dentistici che da anni (e spesso da decenni) sono già attivi sul mercato.

Tutto questo, è avvenuto mentre in alcuni paesi europei (Italia e Spagna ad esempio) il giro di affari del settore, non sembra per nulla vivace rispetto agli anni del passato, all’epoca ben più floridi rispetto ad oggi(in termini complessivi).

Eppure, il numero di cliniche e studi dentali avviati è andato crescendo, utilizzando anche formule innovative per questo comparto (vedi il franchising) ed alcuni imprenditori, hanno avviato catene di cliniche mettendo in campo formule imprenditoriali poco note al settore negli anni passati(trattandosi, sino a poco tempo fa di un settore definito tradizionale).

Cerchiamo di capire come è impostata questa nuova formula di business che va ad inserirsi in un mercato apparentemente saturo per quanto riguarda l’offerta di servizi dentali.

aprireunaclinicadentale

Dentisti low cost. La formula nuova entrata sul mercato.

Queste nuove aperture di centri odontoiatrici, si caratterizzano per :

la sede dell’attività che spesso è situata al livello stradale, dove abitualmente sono collocate le tradizionali attività commerciali;

l’impiego di formule commerciali tipiche delle imprese tradizionali, piuttosto che di uno studio dentistico tradizionale;

campagne marketing attive massicce sui vari media e canali;

talvolta, l’applicazione di tariffe e prezzi notevolmente inferiori rispetto alla media degli studi dentistici tradizionali;

l’organizzazione di queste cliniche all’interno di brand e gruppi che puntano ad ottenere una visibilità maggiore e risparmi di scala con l’obiettivo di riuscire a stare sul mercato con listini appetibili per la maggior parte egli utenti.

Aprire uno studio dentistico. La scelta del low cost.

Abbiamo quindi visto che l’entrata di queste catene di cliniche dentali non è avvenuta a seguito dell’aumento del giro di affari complessivo del settore, bensì, per un cambiamento nella modalità dell’offerta.

La scelta della formula low cost non ha caratterizzato tutte le nuove aperture di cliniche dentali ma solo una parte di esse.

Infatti, il modello low cost non è sempre remunerativo adeguatamente, in particolare, se non si ottengono forti economie di scala e contestualmente, non si riesce ad ottenere un approvvigionamento di materiali a prezzi scontati.

Aprire una clinica dentale. Far lavorare la struttura.

L’obiettivo di queste nuove cliniche dentali per ottenere margini di redditività, è quella di far lavorare al massimo la struttura (personale e macchinari) per abbattere i costi fissi che comunque sono importanti in un’attività di questo tipo.

Articoli correlati: