Aprire una società a Panama.

by on 14/05/14 at 6:04 pm

Trasferire i propri interessi a Panama. Seconda parte.

Nel corso dello scorso post, abbiamo affrontato il tema dell’analisi di questo Paese che da oltre un anno sta ricevendo un interesse crescente da parte di investitori, imprenditori, curiosi, persone alla ricerca di una nuova ‘terra in cui vivere’, ecc..

Si è da subito evidenziato che Panama non è il Paradiso Terrestre, bensì, siamo di fronte ad una nazione che presenta una serie di peculiarità particolarmente attrattive, in particolare, quelle connesse alla possibilità di pagare meno imposte e tasse nella gestione dei propri business ed in taluni casi, riuscire ad evitare completamente l’onere fiscale.

5images

Andare a vivere a Panama. Paradiso fiscale?

Panama non è un paradiso fiscale vero e proprio anche se presenta notevoli vantaggi dal punto di vista dell’amministrazione di investimenti ed operazioni imprenditoriali che sono ‘gestite’ in direzione esterna.

Potremmo definire Panama, una paese a tassazione privilegiata o ‘limitata’.

L’aspetto positivo, è legato al fatto che i redditi derivanti da operazioni imprenditoriali e finanziarie estere, non sono soggetti ad imposte.

Quindi, Panama si presenta come ‘piattaforma’ ideale per chi intende far risiedere società in questo Paese ed operare poi verso l’estero.

Ad esempio, avere una società a Panama che opera solo sui mercati internazionali, presenta il vantaggio di pagare zero imposte sugli utili.

Per quanto riguarda le attività d’impresa svolte all’interno di Panama, si è sottoposti ad una tassazione ordinaria (né minima, né tantomeno alta); diciamo pure medio bassa, specie, se paragonata al livello in auge nei paesi dell’Europa Occidentale.

Fare business a Panama. Quali sono le opportunità in loco?

Durante la prima puntata, abbiamo accennato alla possibilità di avviare, gestire e comprare delle attività commerciali e di servizi (stando bene attenti alle notevoli limitazioni poste agli stranieri, benché residenti, dalla normativa vigente che è alquanto ‘protezionistica’) in questo paese.

Non possiamo poi dimenticare il sostanziale livello di corruzione e la non sempre ‘trasparenza’ nella gestione della ‘cosa pubblica’.

In ogni caso, per chi fa impresa, oltre al livello di tassazione, alle normative connesse con l’avvio e la gestione delle aziende, diventano importanti due aspetti :

la presenza di un mercato per i propri prodotti e servizi (che è la cosa basilare per ogni tipo di business che si intende avviare).

Il mercato interno è vivace ed in crescita, grazie anche all’aumento del pil nazionale e del reddito medio dei suoi abitanti.

Inoltre, sono in crescita i residenti che scelgono questo paese e che provengono da altre nazioni del mondo, per una serie di ragioni;

il costo della manodopera (che a Panama è certamente più basso rispetto all’Europa Occidentale, pur senza essere ai livelli minimi).

Lo stipendio medio ‘viaggia’ sui 450 dollari a salire, anche se occorre ricordare la presenza di uno strato crescente di operatori specializzati in grado di guadagnare salari talvolta di parecchio superiori rispetto all’Italia od alla Spagna.

Investire negli immobili a Panama.

Uno dei campi in cui si stanno concentrando le attenzioni di tanti investitori, è proprio quello immobiliare.

Oltre alla ‘spinta’ che il mercato sta ricevendo dai tanti capitali che stanno affluendo in questa nazione, occorre anche ricordare che in questo Paese, stanno aumentando il numero degli stranieri ‘residenti’ in loco ed anche la cosiddetta classe media panamense è in forte scesa numerica e qualitativa ed aspira tra l’altro, a vivere in aree migliori ed all’interno di abitazioni munite di comfort.

Se poi aggiungiamo anche l’aumento del numero di società presenti, allora, comprendiamo la richieste e le nuove edificazioni di tante aree destinate ad uffici, strutture commerciali, centri direzionali, ecc..

Quindi, la crescita del mercato immobiliare è portata avanti da ‘fondamentali’ ed elementi reali connessi allo sviluppo ed alla crescita del Paese.

Nel corso della prossima puntata, ascolteremo la testimonianza di un resident che da alcuni anni vive a Panama, pur non disdegnando di ‘girare il mondo’ alla ricerca di altre opportunità.

Ci racconterà il suo ‘punto di vista’, grazie all’esperienza accumulata ed anche alla suo carattere eclettico che lo ha portato a maturare differenti esperienze di vita e di affari.

Continua.

Articoli correlati:

  • Investire a Panama : aprire una società a Panama. Seconda parte.Investire a Panama : aprire una società a Panama. Seconda parte. Avviare con successo un'attività a Panama. Bentornati nella seconda parte. Nel post precedente, abbiamo presento il Paese e le sue caratteristiche principali, oggi vediamo di scendere nei particolari verificando […]
  • Investire a Panama. Aprire un’attività a Panama.Investire a Panama. Aprire un’attività a Panama. Le opportunità per investire a Panama. Panama, è un Paese dell'America Centrale con una popolazione di meno di tre e milioni e mezzo di abitanti, distribuiti in meno di ottanta mila chilometri quadrati di […]
  • Investire in un ristorante.Investire in un ristorante. Comprare un ristorante. Investire in un'attività di ristorazione, è un'operazione che coinvolge continuamente sia moltissimi piccoli commercianti ed investitori che tutta una serie di personaggi provenienti da altri […]
  • Aprire un centro massaggi.Aprire un centro massaggi. Come aprire un centro massaggi. L'avvio di un'attività connessa con il benessere e la cura del corpo, può rappresentare una soluzione di business interessante se viene inserita all'interno di un mercato 'ricettivo', […]