Aprire un negozio frutta e verdura.

by on 14/08/13 at 7:27 am

Aprire un ortofrutta low cost.

Parliamo di una delle attività più tradizionali in assoluto : il commercio di frutta e verdura attraverso punti vendita tradizionali.

In altri post, abbiamo dedicato parecchio spazio all’avvio e gestione di questo tipo di attività, ora invece, vogliamo approfondire un particolare segmento di questo settore che sta andando molto in voga, ossia, l’apertura ‘ortofrutta low cost’, cioè: quei ‘punti vendita spartani’ che offrono frutta e verdura non di primissima scelta, bensì, un insieme di prodotti che vengono comprati presso i magazzini generali dopo che è terminato l’acquisto iniziale da parte dei vari acquirenti(in genere dettaglianti).

Parliamo di frutta e verdura comprata a ‘metà mattina’ e non alle prime ore del giorno, quindi, quei prodotti che normalmente rischiano il ‘deperimento’ o la perdita di valore a causa della mancata vendita immediata sul mercato.

5images

 Aprire un negozio di frutta e verdura low cost. Come funziona il business.

La frutta e la verdura hanno un ciclo di vita limitato ed un rischio deperimento che influisce molto sul valore del bene.

Quindi, comprare al mercato frutta e verdura ad un orario o ad un altro(anche a distanza di 3 o 4 ore), può voler significare in termini finanziari anche un risparmio del 30/40%.

Il momento di particolare crisi economica in cui siamo immersi e la ricerca da parte di un numero crescente di famiglie nell’ottenere un risparmio sull’acquisto dei beni alimentari, ha stimolato la crescita di questo ‘modello di business’, creando le condizioni per l’avvio di nuovi punti vendita, talvolta affollati di compratori.

Aprire un negozio di frutta e verdura low cost. I clienti.

La clientela di questo tipo di negozi, situati all’interno di quartieri cittadini, è varia.

Ci sono anche molti rappresentanti della classe media e qualche benestante fra i compratori.

In realtà, i prodotti sono in buone condizioni, talvolta, addirittura di qualità parecchio superiore rispetto alla merce venduta nei supermercati (dove tra l’altro i prezzi sono molto superiori).

Aprire un ortofrutta low cost. Farsi conoscere.

Il passaparola, rappresenta certamente uno dei metodi migliori per farsi pubblicità.

In poco tempo, questi punti vendita vengono individuati e diventano la meta di compratori di vario tipo.

C’è chi acquista piccole quantità di prodotti ogni volta ma si incontrano anche coloro che comprano scorte importanti, approfittando dei prezzi bassi.

Aprire un negozio di frutta e verdura a basso costo. L’immagine del negozio.

Queste tipologie di punti vendita, contrariamente ai ‘curati’ negozi di frutta e verdura che sono nati nei quartieri della ‘classe media e medio alta’, presentano un’immagine ‘spartana’, quasi a sottolineare una differenza sostanziale con gli altri punti vendita.

Anche l’approvvigionamento avviene in orari diversi, prevalentemente, durante la seconda mattinata.

Ortofrutta low cost. L’espansione di questi negozi.

Questi punti vendita stanno progressivamente prendendo piede nelle principali città italiane del centro nord Italia andando in diretta concorrenza ai negozi tradizionali di frutta e verdura ai quali stanno sottraendo spazio progressivamente.

Le prospettive future.

Le crescenti difficoltà economiche che colpiscono una porzione sempre più ampia della popolazione, portano ad agevolare l’insediamento di queste attività che puntano ai prezzi bassi senza scendere in maniera particolare sulla qualità.

Articoli correlati: