Aprire un bar senza soldi.

by on 28/07/13 at 10:08 pm

Come aprire un bar.

 In tempi di crisi e di ristrettezze economiche, avviare un’attività per molti aspiranti imprenditori, può diventare più difficile a causa anche della mancanza (o riduzione) del credito bancario e di tutta una serie di situazioni contingenti connesse.

Aprire un’impresa di qualsiasi tipo con pochi o limitati capitali, richiede la messa in ‘campo’ di una serie di strategie ed iniziative in grado di ovviare questo handicap.

images

Aprire un bar senza soldi. Come fare.

Proviamo ora ad elencare alcune possibili linee da seguire in questo caso :

acquistare un bar che ha appena chiuso per una serie di ragioni : fallimento, problemi di salute o comunque ‘personali’ dei gestori; ecc..

Sono molti i locali di questo tipo che sono chiusi da parecchio tempo oppure, sono posti all’asta.

Per chi non ha fretta ed ha anche la capacità di selezionare le opportunità presenti in giro, questa soluzione potrebbe rivelarsi interessante;

trovare un socio di capitali per avviare l’attività.

Quindi, l’arrivo di un socio di capitali od un socio lavoratore che entra nel progetto immettendo denaro liquido.

Non è certamente facile ‘battere’ questa strada ma rappresenta sicuramente una soluzione;

prendere in gestione un bar stabilendo un accordo che preveda il pagamento dilazionato dell’attività con penali a favore del venditore(e restituzione dell’attività) nel caso di mancato parziale o totale pagamento delle rate.

Non è facile ‘chiudere’ un accordo simile ma in tempi di crisi, occorre anche sapersi ‘reinventare’ e così, tanti titolari di attività chiuse, pur di trovare fonti di entrata, possono in certi casi scendere a patti con i nuovi gestori, accordandosi con formule ‘alternative';

riuscire ad avviare l’attività occupandosi in prima persona di una serie di lavori : manutenzione dell’immobile (lavori da effettuare ed adattamenti); acquisto sul mercato dell’usato a prezzi ‘stracciati’ o notevolmente ‘ribassati’ delle attrezzature e dell’arredamento;

effettuare ”una colletta’, un prestito sociale fra amici e conoscenti.

Non facile ma per chi ha spirito d’iniziativa, nulla può essere sottovalutato;

altro.

Conviene aprire un bar?

Questa domanda è strettamente collegata al titolo di questo post.

Si apre un’attività perché si ha la convinzione di riuscire ad ottenere dei risultati positivi.

Alcuni bar che possono essere rilevati od avviati (per quelli da aprire ex novo), hanno buone chance di partenza (la posizione, ecc..); altri, al contrario, mostrano sin da subito delle criticità che mettono a rischio il progetto imprenditoriale.

Sta appunto all’imprenditore fare le giuste valutazioni.

Aprire un bar. La competenza necessaria.

Come molte volte abbiamo già ricordato, non basta essere un buon artigiano per diventare automaticamente imprenditore artigiano e non è sufficiente essere un buon barman o barista esperto per trasformarsi immediatamente in un ottimo gestore di bar.

L’imprenditore, è sempre un soggetto in grado di saper pianificare, avviare e gestire un progetto imprenditoriale nel suo complesso.

Quindi, le competenze prettamente tecniche sono importanti ma talvolta, ancor di più, lo sono le capacità di barista-imprenditore.

Articoli correlati:

  • Consulenti in paradisi fiscali.Consulenti in paradisi fiscali. Diventare consulenti in società offshore. Seconda parte. Nel corso della prima parte, abbiamo introdotto la presentazione di questo tipo di professionisti che negli ultimi anni hanno acquisito una notorietà sempre più […]
  • Attività redditizie.Attività redditizie. Come si fa a capire se un'attività può essere redditizia. Che cosa vuol dire aprire un'attività redditizia e sopratutto : quali sono le attività redditizie? Se provassimo ora a predisporre un elenco di quelle che […]
  • Come aprire un’agenzia di comunicazione.Come aprire un’agenzia di comunicazione. Aprire un'agenzia di comunicazione. La comunicazione sta diventando sempre più basilare per raggiungere il successo in qualunque campo professionale e non : affari; politica; nel sociale; nella vita […]
  • Aprire un call center. Aprire un call center all’estero.Aprire un call center. Aprire un call center all’estero. Dove aprire un call center. Terza parte. Siamo giunta alla terza puntata dopo aver approfondito una serie di questioni come : i punti di forza e di debolezza di questa attività; le motivazioni che spingono un'impresa […]

Leave a Reply