Business di successo : gestire un’attività redditizia.

by on 27/07/12 at 6:38 am

Uscire dalla crisi : che cosa sto facendo per migliorare.

Una delle parole che più frequentemente viene adottata in ogni contesto in questo periodo e che più facilmente incontra spazio su tutti i media (tv, radio, giornali, ecc.) ed anche sui motori di ricerca Web, è il termine : crisi.

Si tratta indubbiamente di una parola che con il tempo ha assunto un significato del tutto negativo, esprimendo una situazione di difficoltà e di incertezza ed evoca quasi sempre dei sentimenti negativi legati alla paura, all’insicurezza, alla mancanza di futuro ecc..

Quante volte abbiamo ascoltato degli imprenditori che si lamentano della crisi, della concorrenza che sottrae loro spazio e fatturato, della situazione economica negativa e di tutta una serie di problematiche che li affliggono e poi, quando invece viene domandato loro : ‘che cosa avete fatto in tutto questo tempo per cambiare la vostra attuale situazione e come vi state organizzando per modificare il vostro stato di cose’, questi soggetti, in molti casi, rimangono con lo sguardo perso nel vuoto, in silenzio, non sapendo offrire una congrua risposta.

 

Cambiare vita : cambiare atteggiamento per guardare al successo.

Se non si fa nulla per cambiare, difficilmente, si potrà modificare la propria situazione, sia essa economica che sociale.

La crisi di un settore o di un’attività, come del resto il malessere di un individuo che è insoddisfatto della propria esistenza, sono la spia di un problema che da tempo non si è stati in grado di prevenire, agendo anticipatamente e mettendo in atto le necessarie azioni per evitare od anche limitare, quei possibili effetti negativi.

Tutto, ovviamente non è possibile prevedere, né tantomeno poter anticipare con un adeguato preavviso ma nella maggior parte dei casi, sia per quanto riguarda il nostro business che per ogni nostra situazione strettamente personale, è possibile mettere in atto delle contromisure od almeno, provare ad assumere un atteggiamento od una visione differente che ci aiutino ad affrontare con uno spirito più costruttivo determinate problematiche.

Il tutto, forse ruota semplicemente intorno al vecchio principio ‘del bicchiere mezzo pieno e mezzo vuoto’, cioè, la necessità di adottare una visione diversa nell’affrontare le cose e la vita in generale.

La crisi non arriva mai all’improvviso.

E’ raro trovarsi di fronte a situazioni che improvvisamente mutano senza aver dato un preavviso od aver lanciato segnali più o meno forti.

In economia, nella vita di tutti i giorni, nei rapporti di coppia, come anche nella gestione di un’attività, la crisi che percepiamo, è solo il culmine di un processo di cambiamento che è maturato nel tempo e del quale, non abbiamo voluto/potuto o saputo prenderne atto e di conseguenza, intervenire per modificare il percorso in atto.

La capacità di un imprenditore, è anche quella si saper monitorare continuamente il proprio mercato, la propria azienda ed essere pertanto capace di captare ogni criticità anche latente che potrebbe evolversi successivamente in problemi molto più gravi.

Le prime crepe, segnalano sempre un prossimo crollo.

Ogni crepa non si trasforma automaticamente in un crollo ma dovrebbe mettere in allarme e cercare di capire sempre che cosa sta succedendo e cosa si può fare per correggere il problema.

Molte volte invece, si tende deliberatamente a nascondere o far finta che non esista alcun problema.

E di questo, successivamente se ne pagano le conseguenze.

Nella seconda parte, approfondiamo ulteriormente l’argomento affrontando altri aspetti.

Continua.

Articoli correlati: