Aprire un call center. Quanto vale un call center. Seconda parte.

by on 07/06/12 at 9:01 am

 E’ meglio aprirlo o comprarlo e sopratutto, quanto vale?

Nella prima parte, abbiamo cominciato ad evidenziare quali sono i parametri che devono essere considerati per valutare la fattibilità di un acquisto di un call center. Si continua ora con gli altri punti :

  • analizzare la situazione patrimoniale che in un call center è rappresentata in particolare da : computer, apparati, software, arredamento, ecc.. Si tratta di comprendere se l’hardware ed il software sono in uno stato di efficienza operativa oppure, si tratta di vecchi apparati che da anni vengono utilizzati ed ormai sono vetusti. Occorre ricordare che in questo settore, l’ammortamento di un bene ha durata media di 3, 4 anni.

  • Il portafoglio clienti. I call center, in particolare quelli più grandi, dispongono di contratti annuali o periodici che permettono loro una continuità di gestione per medi e talvolta lunghi periodi. Occorre verificare se come dotazione, all’atto della vendita, l’impresa dispone di lavoro sufficiente o sta vivendo una fase di crisi che non le consente di far lavorare in parte la propria struttura. Anche per la parte contratti in corso, è necessario verificare se si tratta di contratti in scadenza e che verranno quasi sicuramente rinnovati oppure no. Inoltre, va anche considerati la redditività di questi stessi contratti. Dalla tipologia di clienti e dal tipo di contratti, si riesce a capire molto sulla redditività di un’impresa di questo genere.

  • Il costo del personale del call center. In un’impresa di call center, il costo del personale è una delle principali voci di costo dell’azienda stessa. La risorsa umana è al tempo stesso il principale strumento dell’attività ed anche il maggior costo.

 

Il valore di un call center : altre considerazioni.

I call center che sono posti in vendita i tutto il mondo, sono parecchi. Si incontrano in ogni paese del mondo ed abbiamo esempi di ogni tipologia, dimensione e caratteristiche che li contraddistinguono.

In pratica, ci sono call center che si sono specializzati per operare nella lingua del paese in cui risiedono. Altri call center invece, sono nati in paesi a seguito di delocalizzazioni e sono in grado di operare anche nella lingua di un altro paese e dal quale, per parecchio tempo hanno gestito lavori e servizi.

La delocalizzazione di questi servizi da alcuni paesi occidentali (Usa, Italia, Francia, Gran Bretagna, ecc.) verso altri paesi come : Argentina, India, Albania, Romania, Moldavia, Tunisia, Egitto, ecc. ha di fatto ‘spostato’ molto lavoro da alcuni paesi verso altri e quindi, non è difficile incontrare strutture ‘vuote’ oppure call center in fase di chiusura un po’ ovunque.

Inizialmente, sino a qualche anno fa, queste imprese in vendita erano localizzate prevalentemente nei paesi occidentali.

Oggi, la competitività e la crisi, hanno accresciuto anche il numero di call center, specie quelli più piccoli che hanno chiuso o sono entrati in crisi anche nei paesi dove poco tempo prima erano stati delocalizzati. Troviamo infatti anche alcuni call center posti in vendita o che sono alla ricerca di nuovi soci ed investitori in Romania, Argentina, ecc..

Un altro elemento importante quando si pensa di acquisire un call center in crisi od in fase di chiusura, è la possibilità di riposizionamento sul mercato di questa impresa.

Se il call center dispone di personale che facilmente può essere riqualificato per operare in altri mercati od in differenti settori, questo, rappresenta un valore aggiunto importante. In caso contrario, se il personale del call center ha sempre lavorato per un unico committente o comunque, per una sola tipologia di servizi e risulta difficilmente ‘riposizionabile’, la situazione è ben differente!

Si continua nella prossima parte in cui concluderemo la disanima di questo argomento.

Continua.

 

Articoli correlati:

  • Comprare un call center. Avviare un call center.Comprare un call center. Avviare un call center. Conviene rilevare un call center? Oggi, ci occupiamo dell'investimento in un call center, cioè dell'acquisto di un call center o di parte di esso. Il call center, è una tipologia di impresa che negli ultimi 30 anni […]
  • Aprire un call center. Comprare un call center. Terza parte.Aprire un call center. Comprare un call center. Terza parte.  Investire nell'acquisto di un call center. In questa terza, concludiamo l'analisi di questo settore verificando alcuni altri elementi che ci permettono di comprendere meglio il valore di un call center posto in […]
  • Aprire un call center. Conviene aprire un call center.Aprire un call center. Conviene aprire un call center. Avviare impresa di call center. Torniamo a parlare di call center e della fattibilità di avviare un'impresa simile. Il call center inteso come centro chiamate negli ultimi anni ha avuto uno sviluppo incredibile in […]
  • Aprire un call center. Aprire un call center all’estero.Aprire un call center. Aprire un call center all’estero. Dove aprire un call center. Terza parte. Siamo giunta alla terza puntata dopo aver approfondito una serie di questioni come : i punti di forza e di debolezza di questa attività; le motivazioni che spingono un'impresa […]